Antonia Chiara Scardicchio

 

Antonia Chiara Scardicchio, nata a Bari nel 1974, è docente e ricercatrice in Pedagogia all’Università degli Studi di Foggia e si occupa dal 1997 di progettazione e formazione nei contesti dell’educazione e della cura. È autrice di alcune pubblicazioni: Logica e Fantastica. “Altre” parole nella formazione (Ets, 2012); Il sapere claudicante. Appunti per un’estetica della ricerca e della formazione (Mondadori, 2012); Adulti in gioco. Progettazioni formative tra caos, narrazione e movimento (Stilo, 2011).

Antonia Chiara Scardicchio
presentazione di Mariagrazia Napolitano

 

Ho conosciuto Chiara Scardicchio alla presentazione del “Libro di Marco”. La sala della Biblioteca Provinciale era gremita di gente. Quella sera l’Assori* presentava il libro di Marco, il figlio dei suoi fondatori, e la città aveva risposto all’invito con il cuore di sempre.

Era difficile presentare quel libro perché Marco è un ragazzo speciale.
La Vita lo ha reso portatore della sindrome di down.

Quando Chiara Scardicchio ha cominciato a parlare la sala rumoreggiava ancora come accade nell’andirivieni degli ultimi arrivati.
Il tono della sua voce non chiedeva attenzione.

Ma le sue parole cominciarono a prenderci per mano per accompagnarci in uno spazio a molti di noi sconosciuto.
Chiara Scardicchio si serviva delle parole come di una telecamera predisposta all’immersione nei fondali della vita umana per rendere visibile l’invisibile.

Ci accompagnava nel Mistero della Vita con la competenza e la maestria di chi sa della vita vera, della vita che abita dentro un ragazzo “speciale”e non si serve delle parole ma delle immagini e dei colori per farne “pensiero”.
La sala entrò in un respiro profondo che faceva di noi un’anima sola.
La VITA ci stava parlando e Chiara Scardicchio le dava la Voce.

Ero incantata dalla sua potenza simbolica, rapita come tutti dalla sua chiarezza divina.

La sua era un’opera rivelatrice.

Lo stupore attonito della sala, i volti assorti che ne uscivano con passi felpati, dicevano di una messa della Vita appena celebrata che aveva fatto del libro di Marco un’ostia.
Mi è piaciuto, ha detto mio marito uscendo, lui che mai avrebbe partecipato ad una conferenza e meno che mai avrebbe prestato ascolto alle parole di chi si mette in cattedra.

Il miracolo s’era compiuto.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi