Questo ramo di Autrici di Civiltà è curato da Mariagrazia Napolitano.

Manifestazione 8 marzo 1977 (foto Paola Agosti)

Il risveglio delle donne che negli anni 70 ha dato vita a manifestazioni di piazza e alla nascita di luoghi di socialità femminile evolve negli anni 80 nella creazione di librerie e centri di ricerca e documentazione.

Fanno storia per tutte la nascita a Roma dell’Università delle donne, il Centro Culturale Virginia Woolf, e a Milano di Via Dogana, la Libreria delle donne. Sono solo gli epigoni di un diffuso nascere di Librerie e Centri di Documentazione in molte città italiane.

A quali bisogni profondi attinge questo diffuso desiderio di mettere al mondo luoghi di ricerca femminile?

Gruppo Virginia Wolf Roma
Il Gruppo Virginia Woolf davanti l'ingresso della casa Internazionale delle Donne di Roma (foto Archivio della CIDD)

La Differenza Femminile si è già annunciata a gran Voce ma altro è metterla al mondo, darle Parola e Senso.

Servono luoghi garanti dell’inviolabilità del Corpo femminile, dotati di regole che ne garantiscano la sacralità.

Su queste premesse nasce a Foggia il Centro Ricerca e Documentazione Donna, sul modello diffuso dei centri di documentazione, ma con una vocazione specifica che lo rende singolare.

E’ la vocazione a contemplare il Mistero Femminile per rivelarne la Differenza.

La Ricerca del divino

Nel 1986 viene pubblicato a Venezia Melusina, un libro che raccoglie gli interventi di molte ricercatrici intorno al mito della donna serpente. Luce Irigaray interviene con Donne Divine e inaugura l’inaudito.

Come intendere le tappe e i ritardi del nostro divenire divine – mezzo pesce, mezzo uccello – tappe condivise dalle rappresentazioni del Dio trinitario (padre, figlio-pesce, spirito-uccello)?…

Lungi dal pensare che noi oggi dobbiamo deificarci al modo dei nostri antenati e totem animali, che dobbiamo regredire alle dee sirene, in particolare contro gli uomini, mi sembra che noi abbiamo da incitare sì ad un ritorno al cosmico, ma anche da chiederci perché ci siamo fermate nel nostro divenire divine …

Ma nella prospettiva di divenire più donne, e non meno. Divenire significa realizzare la pienezza di ciò che possiamo essere …..

Certamente il cristianesimo ci dice che il Dio è in tre persone, tre “manifestazioni”. E che il terzo tempo della manifestazione è quello delle nozze tra lo spirito e la sposa. Sarebbe l’epoca del divino per e nelle donne?

La questione del divino diventa materia di ricerca nel Centro di Foggia e a Terradilei dove prende la forma di Seminari estivi dal titolo IL Corpo il Luogo il Sacro.
Nel tempo porterà il Centro a inoltrarsi nella ricerca dell’esperienza mistica della Crostarosa, una madre fondatrice della Chiesa e i Seminari di Terradilei a trasferirsi ad Orvieto con il nome di Seminari di Mistica e Politica.

la Ricerca soggettiva

E’ da Bambine che spesso nasce quella domanda di senso che fa di una Donna una Ricercatrice Simbolica.
Lo rivela senza volerlo Luciana Percovich nel suo libro Oscure Madri Spedenti nel ricordare che da piccola, quando voleva che qualcosa di straordinario si realizzasse, correva a cercare un piccolo quadro della Madonna per pregarla di compiere il miracolo. “Dio Padre non l’ho mai cercato allo stesso modo, e nemmeno il figlio”, aggiunge, …..”da grande ho cominciato a chiedermi il perché di questo diverso modo spontaneo di pormi davanti alla Madonna e a Dio.

La domanda è cresciuta nel tempo fino a diventare un interrogativo che ho riformulato in maniera capovolta: quali effetti ha prodotto e continua a produrre, su di me e in ogni altra donna, una simbologia maschile del divino…?”

Da qui la nascita di una ricerca sulle origini del sacro che ha fatto di lei la rivelatrice del patrimonio simbolico della Dea che ha nutrito l’Umanità per decine di migliaia di anni prima della nascita del Cristianesimo.

Anche Modesta Raimondi si chiede da bambina perché nella favola di Barbablu la settima moglie rischia la vita nell’aprire la stanza del Mistero. Perché è rischioso per una donna cercare la verità, provare a svelare il mistero?

Molte di noi sono da sempre in ricerca e la nascita del pensiero della Differenza negli anni 80.

Mariagrazia Napolitano

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi