Invito alla lettura: Frutto del ventre, frutto della mente – di Nadia Lucchesi

Questo libro nasce da un impulso irresistibile, un bisogno profondo e un’intuizione. Comincio dalla fine, che è stata in realtà l’inizio: ho improvvisamente avuto la certezza che il Cristianesimo sia stato il frutto della mente di Maria, così come Gesù lo è stato del suo ventre. 

 Continua a leggere la PREFAZIONE DI NADIA LUCCHESI>>>

Condivi su:

Un commento su “Invito alla lettura: Frutto del ventre, frutto della mente – di Nadia Lucchesi”

  1. Illuminante pensiero di Nadia Lucchesi che vede nella Vergine Maria l’Autrice del Cristianesimo. Non solo.
    Lei vede in Maria e in Anna, sua madre, l’ultimo manifestarsi della dea doppia che ha segnato col suo simbolismo il senso del divino nella preistoria. Vergini capaci di generare creature divine senza il seme maschile e di esprimere così una potenza generatrice straordinaria che la cultura greca ha celebrato nelle sue diverse articolazioni. Restituire alla Vergine Maria l’origine del Cristianesimo apre piste di Ricerca inedite.

Lascia un commento

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi